Bottiglie esplosive in via Nitti, Murgia: «Un’azione vandalica da condannare, rappresentativa di un disagio sociale su cui è necessario intervenire»

Scuola Chiara Lubich

«Un’azione vandalica da condannare, rappresentativa di un disagio sociale». L’assessora alla Crescita e Gentilezza Camilla Murgia, interviene sull’esplosione di due bottiglie di plastica, avvenuta ieri in via Nitti, di fronte alla scuola primaria di secondo grado “Chiara Lubich” (conosciuta come “largo Baccelli”) a Pantano.

«Un episodio che, personalmente e a nome dell’Amministrazione, condanniamo fermamente – precisa Murgia –. Siamo in contatto con il dirigente scolastico e con le forze dell’ordine che stanno seguendo le indagini per comprendere con esattezza cosa sia successo. A una prima analisi il fatto pare sia riconducibile a una bravata, un’azione vandalica che non comporta altre riflessioni se non quella, necessaria, legata a un malessere sociale».

Un disagio intergenerazionale, «in crescita nella nostra realtà territoriale sospinto anche da due anni di pandemia che hanno sconvolto quotidianità e socialità». Una problematica che interessa particolarmente i giovani e nota all’Amministrazione, attiva su più fronti: «Stiamo lavorando in rete, coordinandoci con la consulta studentesca, l’ufficio scolastico provinciale e i dirigenti del pesarese per cercare di contrastare, prevenendole, qualsiasi forma di violenza, sia fisica, sia verbale».

Comune di Pesaro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...