Il ruggito dei campioni! l’Italservice vince a Manfredonia e si prende la testa della Serie A

MANFREDONIA – Il ruggito dei campioni: vittoria e – per la prima volta in stagione – primo posto conquistato. Siamo “solo” alla 20esima giornata ed è chiaramente una vetta che vale davvero poco nel concreto. Ma la forza del messaggio lanciato dai biancorossi, dai calciatori, dallo staff, dalla dirigenza e dai tifosi dell’Italservice è chiaro: anche quest’anno per la regular season e per i due trofei nazionali in palio, c’è ancora una volta da lottare anche con il Pesaro.

Vorremmo anche evidenziare che le decisioni arbitrali ci stanno dicendo davvero… male. Oggi una punizione contro, dal limite, sull’1 a 2, a pochi secondi dalla fine ci ha fatto mordere le mani. Ma c’è qualcosa che passa sopra a queste cose ed è il cuore che tutti i calciatori rossiniani anche stavolta hanno messo in campo. Un cuore gigante che, unito alla classe straordinaria, ha permesso all’Italservice Pesaro di superare 3 a 1 un avversario tosto, tostissimo come il Manfredonia e di poter sorvolare su tutto il resto. E sfruttando il contemporaneo kappao della Syn Bios Petrarca (3 a 1 sul campo della Todis Lido di Ostia, che martedì verrà a Pesaro per il turno infrasettimanale, ore 20 al PalaFiera) di volare al primo posto, ora con un punto di vantaggio sui veneti.

LA PARTITA – In Puglia l’Italservice – senza Borruto squalificato – ha comandato la gara dall’inizio alla fine. Honorio l’ha sbloccata al 15′ del primo tempo, Salas ha raddoppiato al 5′ della ripresa. Poi reazione locale e Sacon ha accorciato. Canal ha sfiorato due volte il tris ma il palo glielo ha negato, mentre Espindola con un paio di interventi importanti sul portiere di movimento avversario ha negato la beffarda rimonta. C’è stata anche una punizione in seconda dal limite davvero incomprensibile. Ma Pesaro ha saputo difendere anche quella. Poi negli ultimissimi secondi, palla recuperata dal solito inestimabile Honorio e piattone vincente per il definitivo 3 a 1.

Davvero una prova gagliarda per i rossiniani, un altro esame di maturità superato che, stavolta, vale doppio: perché l’Italservice adesso è prima e vuole restarci.

Tabellino MANFREDONIA-ITALSERVICE PESARO 1-3

MANFREDONIA: Moretti, Cutrignelli, Leandrinho, Crocco, Sacon, Soloperto, Lupinella, Pesante, Caputo, Raguso, Boutabouzi, Caruso, Baranauskas, Foglia. All. Monsignori.

ITALSERVICE PESARO: Espindola, Fortini, Canal, Taborda, Cuzzolino, Cianni, Paterniani, Oliva, Salas, Honorio, Mariani, De Oliveira, Bolo, De Luca. All. Colini

ARBITRI: Seminara (Tivoli), Micciulla (Roma 2). Crono: Pezzuto (Lecce)

RETI: 15’56” Honorio; 25’40” Salas, 28’54” Sacon, 39’46” Honorio

Italservice Pesaro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...