Sostegno della Regione Marche a favore degli apicoltori, la soddisfazione dei presidenti dei Consorzi apistici delle Marche

I quattro consorzi apistici delle Marche esprimono soddisfazione per il provvedimento adottato dalla giunta della Regione Marche al fine di sostenere gli apicoltori colpiti dalla crisi generata a seguito dell’emergenza sanitaria e dalle avverse condizioni climatiche. Sono i presidenti dei Consorzi della provincia di Pesaro e Urbino, Frederic Oliva; della provincia di Ancona, Sergio Coccarini; della provincia di Macerata, Alvaro Caramanti, della provincia di Fermo-Ascoli, Giovanni Zucconi, che dichiarano: “Siamo nuovamente grati alla Regione Marche, in particolare al vice Presidente e Assessore all’Agricoltura Mirco Carloni, ai componenti della II commissione e a tutti coloro che hanno collaborato attivamente per ottenere il risultato, per il concreto sostegno economico pari a 540 mila euro ai nostri associati, penalizzati in modo importante dai cambiamenti climatici e dalle condizioni atmosferiche avverse che hanno colpito la nostra regione. Nello specifico ad aprile, con un freddo anomalo dovuto a neve e gelate con la conseguenza che la produzione di miele di acacia si è praticamente azzerata, e con la forte siccità estiva che ha compromesso la produzione del Millefiori estivo. Un provvedimento atteso che garantisce liquidità alle imprese, consentendo loro di sopravvivere e di ripartire. L’intervento, inoltre, porta di conseguenza dei benefici all’attività connessa all’apicoltura e al ruolo prezioso svolto dalle api nella tutela della biodiversità. Una disposizione simile era già stata adottata dalla Regione Marche nel 2019 attraverso un atto diretto di sostegno all’alimentazione di soccorso agli alveari in difficoltà. ”.

Nel 2021 gli apicoltori associati hanno subito una perdita pari al 70/80% della produzione totale di miele regionale (fonte: Osservatorio nazionale del Miele e Ismea). In totale, nella regione Marche, sono 2.230 soci di cui 580 nella provincia di Pesaro e Urbino, 380 in quella di Ancona, 750 a Macerata e 550 a Fermo – Ascoli. I consorzi apistici sono formati da coloro che possiedono alveari e propongono la diffusione, il miglioramento e l’incremento dell’apicoltura nel territorio. Scopi dei consorzi sono l’assistenza tecnica ai soci, la tenuta di corsi di formazione e di aggiornamento, il censimento del numero degli alveari, la distribuzione dei presidi sanitari, l’interazione e il coordinamento con le istituzioni e gli enti di ricerca (Regione Marche, Assam Marche, Istituto Zooprofilattico, Servizi veterinari).

Il presidente del Consorzio Apistico della provincia di Pesaro e Urbino, Frederic Oliva;

Il presidente del Consorzio Apistico della provincia di Ancona, Sergio Coccarini;

Il presidente del Consorzio Apistico della provincia di Macerata, Alvaro Caramanti,

Il presidente del Consorzio Apistico della provincia di Fermo-Ascoli, Giovanni Zucconi

Nota stampa per conto dei Consorzi Apistici

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...